Contabilità Finanziaria

 


Il pacchetto ASCOTWEB per la gestione della Contabilità Finanziaria
Le applicazioni di Gestione della Contabilità si collocano in un contesto di risoluzione delle funzioni amministrative dell'Ente nella loro globalità e comprende la gestione di tutti gli aspetti più rilevanti di natura finanziaria-economica-patrimoniale, a cui un Ente pubblico deve corrispondere sulla base delle norme in vigore.

Da questo punto di vista la Contabilità Finanziaria ASCOTWEB è parte di una visione progettuale che si completa integrando la Contabilità Finanziaria con la Contabilità Analitica e la Gestione dell' Economato, e fornisce un supporto specifico alle seguenti gestioni:
- bilancio
- movimenti contabili di entrata e spesa
- rendiconti
- contabilità analitica della spesa
- contabilità IVA
- contabilità del sostituto d'imposta
- contabilità delle casse economali
- contabilità dei mutui e degli impegni e accertamenti pluriennali

Contesto normativo ed organizzativo

L'applicazione soddisfa esigenze che usualmente si ritrovano nell'ambito normativo della contabilità pubblica, e prevede una particolare predisposizione per la normativa degli Enti Locali della Regione Autonoma della Valle d'Aosta (Legge Regionale 16 dicembre 1997, n°40 - Regolamento Regionale 3 febbraio 1999, n°1). L'applicazione è in grado di affrontare altri contesti normativi in virtù dell'estrema flessibilità funzionale ottenuta attraverso l'impiego di parametri tabellari che consentono di adattare le prestazioni, non solo a differenti norme, ma anche alle più diverse organizzazioni.

L'applicazione si rivolge a quei servizi dell'Ente, di norma inquadrati in un ambito denominato "settore finanziario", che debbono garantire il raggiungimento dei seguenti obiettivi:
- predisporre, di concerto con i vari uffici e servizi e con i diversi livelli decisionali dell'Amministrazione, i documenti previsionali necessari (previsione pluriennale, previsione annuale di competenza e, laddove previsto, budget di spesa per centro di responsabilità) dandone adeguata giustificazione in termini di analisi del fabbisogno finanziario
- aprire la gestione del bilancio, definitiva o provvisoria, sia del conto di competenza che del conto residui
- dare esito ai provvedimenti assunti dall'Amministrazione in merito alla variazione del bilancio, all'impegno di spese ed all'accertamento di entrate
- mantenere l'evidenza analitica delle partite, imputate a bilancio, in guisa che risulti possibile porre in relazione le determinazioni di spesa e di entrata con le previsioni analitiche, assunte come budget di spesa dai singoli settori dell'amministrazione
- contabilizzare titoli di entrata e di spesa inerenti i rapporti che l'Amministrazione intrattiene con soggetti debitori e/o creditori e predisporre i medesimi affinché, tramite opportuno provvedimento, ove necessario, siano riscossi o pagati
- emettere gli ordinativi di riscossione e pagamento mantenendo ordinatamente i rapporti con l'Ente che svolge il servizio di tesoreria, in modo che le rispettive risultanze siano sincronizzate e confrontabili
- adempiere alle norme che regolano i rapporti tra l'Ente, sostituto d'imposta, i soggetti percipienti e l'erario
- gestire pagamenti e riscossioni per cassa regolarizzando tali partite sia in rapporto all'imputazione a bilancio che nei riguardi del tesoriere
- mantenere in evidenza gli impegni di spesa e gli accertamenti d'entrata, previsti per gli anni futuri, controllandone la legittimità finanziaria in rapporto all'autorizzazione deliberata, ribaltandone alle scadenze prestabilite gli effetti sulla competenza e trattando, come caso particolare e rilevante, i mutui.